Il mio scaffale incongruo

L’indice aprile 2017

“La passione per la lettura è sempre stata per me divorante e assoluta: fin da piccola volevo stare tra i libri e leggere libri.
il mio sogno è sempre stato quello di avere una libreria, dentro ai libri e alle storie (dall’amore totale per I Ragazzi della Via Pal e per Piccole Donne, alla folgorazione per Charles Dickens e per Sandokan, passando per tutti i gialli tornando alle storie di formazione, scoprendo la poesia e le illustrazioni, poi Calvino e Pavese, di nuovo ancora i classici, le lacrime per Ettore, le letture appassionate dei libri di Cristina Campo, l’innamoramento totale per la letteratura per ragazzi, la passione per l’albo illustrato… sempre letture compulsive, diverse, continue). i miei studi sono stati, per ragioni familiari, commerciali ma ho sempre cercato in tutti i modi di arrivare alla mia libreria.

 

La libreria per ragazzi Castello di Carta è nata nel 2005 nel centro storico di Vignola con Sara Tarabusi, attrice e operatrice teatrale, dopo aver frequentato insieme il corso di studi di librai specializzati per ragazzi presso l’Accademia Drosselmeier, grazie alle lezioni illuminanti di Antonio Faeti, di Grazia Gotti, di Silvana Sola e di tanti altri autori e docenti appassionati.
Sempre sognando il mio scaffale incongruo.
Fare parte del Comitato Scientifico del Premio Strega Ragazzi rappresenta un grande onore per me: ho accettato con gioia ed emozione.
Ho condiviso con Emma Beseghi, Ermanno Detti, Pino Boero, Riccardo Pontegobbi, Mara Mundi e Mena Ferrara (gli altri componenti del Comitato Scientifico) un’esperienza di grande responsabilità. Abbiamo cercato, discusso, approfondito e difeso i libri che abbiamo scelto come finalisti del premio.
E aver conosciuto Tullio De Mauro, Presidente del Comitato e della Fondazione Bellonci che promuove il Premio Strega, un grande privilegio.
Essere nel Comitato, poter esprimere le mie scelte: per me è stato un riconoscimento al lavoro fatto negli anni come libraia di una piccola libreria indipendente, perché abbiamo sempre messo il libro e la sua promozione al centro di ogni iniziativa, di ogni progetto. Tutti i giorni.
Inoltre come libreria abbiamo fatto nascere, in collaborazione con il CSI di Modena, il Festival Passa la Parola: un festival, ora alla sua settima edizione, dedicato alla promozione della lettura che ci permette di poter far conoscere la letteratura per ragazzi e la nostra passione per la lettura.
Un festival che è cresciuto con noi, diffondendosi nel territorio (tra Modena, Vignola, Castelvetro, Castelfranco Emilia e Spilamberto, collaborando con i Comuni e le Biblioteche) e nelle persone.
Un festival che ci rappresenta e che ci identifica.
Essere librai indipendenti vuol dire affrontare quotidianamente difficoltà, problemi, momenti di sconforto, ma rimane la gioia di essere librai.
La libreria specializzata per ragazzi Castello di Carta viene inaugurata a Vignola (MO) il 16 settembre 2005 da un progetto di Sara Tarabusi e Milena Minelli, a seguito di un percorso di studio svolto nel 2004/2005 presso l’Accademia Drosselmeier, promossa dalla Cooperativa Culturale Giannino Stoppani. Nasce quindi dalla condivisione di una grande passione per la Letteratura per l’Infanzia, l’amore per i libri e la lettura; dalla
convinzione che essere librai è anche impegno intellettuale, etico e civile.
Sara Tarabusi, laureata presso il Corso di Laurea D.A.M.S., indirizzo Teatro, Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna e diplomata all’Accademia Antoniana di Arte Drammatica di Bologna, è attrice ed operatrice teatrale nell’ambito del teatro ragazzi.
Milena Minelli è diplomata in Ragioneria, ha poi lavorato come libraia presso la libreria Feltrinelli di Modena, per seguire il sogno di poter svolgere questo mestiere appassionante, in mezzo ai libri, per leggere e scrivere.
La libreria Castello di Carta, con una superficie di circa 100 mq, si trova nel centro storico di Vignola, accanto a Palazzo Barozzi e a piazza Boncompagni. E’ un luogo dedicato interamente al panorama editoriale per bambini e ragazzi con spazi espositivi per mostre di illustratori e artisti che fanno riferimento alla cultura dell’infanzia e con l’offerta di servizi gratuiti e a pagamento, rivolti alle scuole e al territorio.
Le attività proposte hanno come centralità il libro e la promozione e diffusione della Letteratura dell’Infanzia.”